Coronavirus, il grazie della Sanità Bolognese a tutti i cittadini, associazioni, fondazioni e imprese che stanno offrendo piccoli e grandi contributi per affrontare l’emergenza

Nel momento dell’emergenza COVID-19, Azienda Usl di Bologna e Azienda Ospedaliero Universitaria di Bologna – Policlinico di Sant’Orsola vogliono ringraziare tutte le persone e le realtà produttive per il supporto e la grande solidarietà dimostrata verso la sanità pubblica bolognese. Molte richieste sono già pervenute di poter effettuare donazioni da destinare all’acquisto di beni, servizi e attrezzature sanitarie necessarie a superare l’emergenza.

Nei prossimi giorni verrà pubblicato l’ammontare delle donazioni ricevute e il modo in cui le risorse sono spese.

Ad oggi i canali per la raccolta fondi per emergenza COVID-19 delle Aziende Sanitarie bolognesi sono i seguenti:

Azienda USL di Bologna

Coordinate bancarie codice IBAN: IT91D0306902480100000300026

Intestato a: "Azienda USL di Bologna per sanità di Bologna per COVID-19"

Causale bonifico: "Per sanità di Bologna per COVID-19"

Una volta effettuato il bonifico, si prega di compilare il presente modulo allegato e spedirlo via mail all'indirizzo

donazioni@ausl.bologna.it

Azienda Ospedaliero Universitaria di Bologna

Coordinate bancarie codice IBAN: IT68E0306902480100000300027

Intestato a: "Azienda Ospedaliero Universitaria di Bologna per sanità di Bologna per COVID-19"

Causale bonifico: "Per sanità di Bologna per COVID-19"

Una volta effettuato il bonifico, si prega di compilare il presente modulo allegato e spedirlo via mail all'indirizzo

protperdirgen@aosp.bo.it

Fondazione di Sant’Orsola - più forti INSIEME

più forti INSIEME promossa dalla Fondazione di Sant’Orsola

È in corso la campagna di fundraising più forti INSIEME promossa dalla Fondazione di Sant’Orsola promossa dalla Fondazione di Sant’Orsola in accordo con le Aziende sanitarie bolognesi, che raccoglie somme attraverso diversi canali di pagamento per sostenere le strutture, le terapie intensive e soprattutto chi è in prima linea nella battaglia (medici, infermieri, operatori socio sanitari e i tecnici).

Si segnala che il DL 17/03/2019 “Cura Italia” all’art. 66 prevede che le erogazioni liberali in denaro e natura finalizzate a finanziare gli interventi in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, siano detraibili per le persone fisiche e gli enti non commerciali dall'IRPEF complessiva per un valore pari al 30% dell'importo donato e siano deducibili dal reddito per i soggetti titolari di reddito d’impresa.